Termoregolazione: l'utilizzo della fascia porta bebè

Con l'arrivo della stagione, molte mamme si chiedono come vestire i propri bambini soprattutto quando portano in fascia, hanno paura infatti che sentano freddo o di vestirli troppo.

Non tutti sanno che la pelle della mamma aiuta la termoregolazione del proprio bambino, ci sono moltissimi studi che parlano dello scambio termico che avviene tra il corpo di un neonato e quello della mamma già dai primi momenti dopo la sua nascita.

I neonati fino ai 6 mesi non hanno la capacità di termoregolarsi come noi adulti, meccanismi come i brividi di freddo o la sudorazione vengono infatti sviluppati più avanti, per questo motivo è importante aiutarli a mantenere una temperatura costante e senza sbalzi sia in estate che in inverno.

La pelle della mamma nella zona del petto è in grado di termoregolare quella del proprio bambino, provate per esempio quando il vostro bambino ha la febbre, a spogliarlo e appoggiarlo sul vostro petto nudo, se lo tenete con voi, dopo un po' di tempo la febbre scenderà, in alcuni casi potreste riuscire anche a sfebbrarlo totalmente. La fascia in questo aiuta tantissimo, potete legare il vostro bambino sul davanti e tenerlo a contatto con voi per aiutarlo ad abbassare la febbre e nel frattempo consolarlo e coccolarlo aiutandolo a rilassarsi e magari fare un sonnellino.

Fascia Porta Bebè Loto TerraÈ importante però sapere che la termoregolazione avviene solo se non ci sono schermi tra il corpo della madre e quello del bambino, quindi cercate sempre di usare fibre naturali come il cotone, la lana, la seta, il lino e la canapa sopratutto nel primo strato tra voi e il bambino. Quando portate vestitevi sempre a cipolla, usando più strati e ricordandovi che soprattutto con i più piccini è importante coprirsi dall'esterno e non metterli nel supporto con il giubbotto perché sarà il vostro corpo a riscaldarlo.

Esistono soluzioni diverse, giacche e felpe per portare, ma anche un poncho o una sciarpona di lana possono andare bene, ricordatevi che è importante sempre coprire le estremità (testa e piedini) che sono i punti dove il vostro bambino disperde maggiormente il calore.

In ultimo una curiosità, alcuni neonati richiedono di stare in braccio anche per termoregolarsi, quando sentono freddo o caldo sanno che tra le braccia della loro troveranno la giusta temperatura, è un istinto naturale innato che li porta ogni tanto a piangere e richiedere il contatto con la mamma.